⟵ TORNA INDIETRO

E’ primavera: consigli per rimettere in strada la moto

La primavera si avvicina e torna la voglia di mettersi in sella.

Dopo il rimessaggio invernale la moto va ”risvegliata” dal letargo avendo cura di provvedere ad una serie di controlli utili alla sicurezza e per evitare contrattempi durante i viaggi.

La manutenzione della moto in primavera

Ecco alcune operazioni semplici da eseguire da sé, pur ricordando che è sempre consigliato sottoporre la moto ad un check-up in officina.

  • Controllo generale. Rimosso il telo di copertura, per prima cosa è bene dare un’occhiata generale, quindi verificare che non vi siano ruggine, perdite o qualche macchia di olio sospetta.
  • Impianto elettrico. Partiamo dallo stato della batteria… se avevi scollegato i cavi e usato un mantenitore di carica la batteria dovrebbe essere efficiente e ben carica, viceversa potrebbe essere necessario ricaricarla o sostituirla.
    Nel periodo di rimessaggio sui contatti elettrici potrebbe essersi formata della condensa che causa ossidazione: in questo caso ricorri ad uno spray antiossidante o ad un lubrificante.
    Fai una verifica anche dell’efficienza di luci e indicatori di direzione.
  • Gomme. Gli pneumatici tendono a perdere pressione, controlla e riporta al livello indicato sul libretto di uso e manutenzione. Controlla anche lo stato del battistrada (consumo e presenza di crepe) per verificare se la profondità del profilo è ancora a norma di legge. L’aderenza è fondamentale, il gommista saprà consigliarti eventualmente per un cambio.
  • Cavi e guaine. Controlla se i cavi di frizione e acceleratore sono schiacciati o crepati: devono scorrere facilmente dentro le loro guaine e può essere utile ingrassare le estremità con lubrificante adatto.
  • Catena. Dopo la pausa invernale è consigliabile dare olio lubrificante alle maglie della catena. Un altro controllo importante, da ripetere di frequente, è sulla tensione della catena, che influisce sul grado di usura di pignone e corona, terminali della trasmissione.
  • Freni. Va controllato periodicamente il grado di usura delle pastiglie dei freni, dove le scanalature devono risultare non abrase. Controlla anche il livello del liquido refrigerante.
  • Molle e ammortizzatori. Ispeziona in cerca di lacerazioni eventuali e controlla che non ci siano perdite di olio.
  • Olio motore. Anche il livello dell’olio motore va controllato alla messa in strada e poi di frequente (ogni mese). I rabbocchi vanno fatti con olio con caratteristiche uguali a quelle indicate nel libretto di manutenzione, dove è indicato a quale chilometraggio vanno sostituiti l’olio e il filtro.

Un pieno di qualità

Ancora un passo prima di metterti in strada e che risponde alla domanda “Quale carburante scegliere per la mia moto?”

  • Carburante. Se c’è un residuo di carburante eliminalo e fai un nuovo pieno di benzina. Prova la benzina speciale F-101 con più di 100 ottani: mantiene pulito il sistema di alimentazione (azione “keep-clean”) e rimuove eventuali depositi permettendo un ritorno alle condizioni di funzionamento ottimali del motore (clean-up). Approfondisci qui tutti i vantaggi della benzina speciale F-101.

Fatto? Sei pronto per tornare in sella!

Ricordati di metterti in strada con prudenza: dopo un periodo di stop l’abitudine alla guida e la reattività non sono allenate come al termine della stagione.

Buona strada!

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

SMP ti consiglia anche...

Consegnati i riconoscimenti ai tre gestori SMP vincitori della gara interna per la vendita della benzina speciale F-101
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo

Hai bisogno di informazioni?​